Canali di drenaggio FILCOTEN® PARKLINE

Mantieni la calma e parcheggia la tua auto

Quando si tratta di drenaggio i progettisti ed i gestori dei parcheggi coperti si trovano ad affrontare una serie di sfide, sia in fase di costruzione che durante le ristrutturazioni.
FILCOTEN® Parkline è la risposta ideale per assicurare una soluzione eccellente ad ogni necessità.

Classi di carico supportate

C250

null
Conforme alla norma EN1433 e dotata di marcatura obbligatoria CE

RICHIEDI INFORMAZIONI


I REQUISITI NECESSARI PER IL DRENAGGIO DEI GARAGE

Esistono diversi requisiti per il drenaggio dei garage e, a prima vista, sembrerebbe non esistere una soluzione che risponda ad ognuno di essi contemporaneamente.

Prestazioni idrauliche senza dimenticare le esigenze strutturali

Neve, pioggia o fanghi: notevoli quantità di acqua vengono introdotte nei parcheggi dai veicoli e per il loro drenaggio sarebbero richiesti canali profondi con un’alta prestazione idraulica. Ma questi ultimi hanno bisogno di spazio indebolendo così le sezioni trasversali della struttura.

Abbattimento del rumore

Le griglie di copertura dei canali di drenaggio tradizionali potrebbero, con il passare del tempo, generare un tintinnio ogni volta che un veicolo le percorre che si propagherebbe in breve all’intera struttura in calcestruzzo raggiungendo le parti adiacenti dell’edificio generando quindi inquinamento acustico.

Materiali compatibili per una maggiore durabilità

In un edificio i materiali adiacenti devono avere proprietà simili per ridurre al minimo tensioni e fessure. Ciò è ancora più importante in presenza di umidità che potrebbe intaccare con i suoi sali dannosi la struttura dell’edificio attraverso le crepe, anche quelle più piccole. Il calcestruzzo tradizionale non è adatto per la produzione dei canali “a pettine” ed i canali in acciaio inossidabile offrono un’alternativa priva di corrosione, ma sono molto costosi.

LA MASSIMA EFFICIENZA IN UN SEMPLICE SISTEMA DI DRENAGGIO

FILCOTEN® Parkline soddisfa i complessi requisiti dei progettisti e degli operatori dei parcheggi in termini di funzionalità ed efficacia, senza tralasciare i costi ridotti rispetto al altri sistemi di drenaggio.
FILCOTEN® Parkline è la soluzione perfetta non solo per i parcheggi coperti ma anche in tutti quei casi in cui siano richieste altezze di installazione ridotte, prestazioni di flusso eccellenti, elevata stabilità e riduzione del rumore.
FILCOTEN® Parkline è il primo canale prodotto in serie, con elevato rapporto qualità-prezzo, che viene proposto già pronto all’uso. Realizzato in calcestruzzo ad alte prestazioni (HPC), soddisfa i requisiti di costruzione e ristrutturazione di parcheggi:

null
Soli 35 o 50 mm di altezza
grazie alla sua altezza ridotta di soli 35 o 50 mm, non ha praticamente alcun impatto sulla struttura
null
Non richiede griglie di copertura
Grazie alla sua struttura monolitica non è necessario l’utilizzo di griglie, eliminando così il rischio di rumore da tintinnio.
null
Realizzato in Filcoten HPC
FILCOTEN® HPC, ha lo stesso coefficiente di dilatazione del calcestruzzo circostante, il che consente un adattamento permanente e minimizza le tensioni.
null
Non combustibile
FILCOTEN® HPC non è combustibile, un vantaggio cruciale quando si tratta di protezione antincendio all’interno di edifici.

Per scoprire i dati tecnici, fai click sui singoli cerchi colorati.

null

LA SERIE FILCOTEN® PARKLINE

I canali FILCOTEN® PARKLINE sono disponibili in 2 serie, ciascuna declinata in una o più altezze.

POSA SEMPLICE ED ESTREMAMENTE ROBUSTA

Laddove il piano di appoggio della linea di drenaggio non sia ancora pronto ad ospitare i canali Filcoten parkline (si pensi, ad esempio, ad un parcheggio multipiano) è comunque possibile pre- assemblarli e collocarli nella posizione desiderata grazie all’utilizzo di appositi kit di installazione composti da staffe e barre di sostegno.
I canali verranno pre-montati in quota e collocati nella corretta posizione. Una volta terminata la gettata per la realizzazione della struttura portante sottostante, la linea di drenaggio verrà appoggiata su quest’ultima e potranno così essere ultimati i lavori di installazione seguendo le dovute prescrizioni riportate negli schemi di posa (vedi pagine successive).
I kit di installazione sono molto solidi, infatti, per il bloccaggio dei canali alle staffe in acciaio, vengono usate viti che assicurano grande stabilità alla struttura che si viene a creare.
Non è necessario l’utilizzo di grosse attrezzature durante queste fasi ed è così garantito un notevole risparmio di tempi e costi.
Una copertura provvisoria proteggerà i canali durante la gettata del calcestruzzo.
Il sistema Filcoten parkline è inoltre facilmente utilizzabile in caso di ripristini e riparazioni.

Il sistema Filcoten parkline è inoltre facilmente utilizzabile in caso di ripristini e riparazioni.

Schemi di posa

Canale con profilo a pettine, in calcestruzzo ad alte prestazioni Filcoten (HPC) rinforzato con fibre, classe C250, prodotto e testato in base alla norma EN1433 – Certificato CE, con o senza apertura di scarico, con sistema di ancoraggio integrato

Le presenti linee guida e gli esempi di installazione sono dati a scopo indicativo. In fase di progettazione dovrà essere tenuta in conto la classe di carico necessaria, così come definita dalla norma EN1433, in modo da adattare il progetto stesso sulla base delle condizioni del sito. Eventuali norme tecniche specifiche o linee guida, generalmente riconosciute come valide, dovranno essere tenute in conto durante l’installazione. Contattare l’ufficio tecnico Greenpipe per eventuali chiarimenti.

  1. Posare i canali Filcoten Parkline su un piano in calcestruzzo portante sul quale è stato preventivamente posizionato uno strato di guaina sigillante di spessore idoneo (non inferiore a 2cm e comunque secondo progetto specifico). è fortemente consigliato l’utilizzo inoltre di uno strato di malta di allettamento al di sopra della guaina al fine di favorire il corretto livellamento del canale.
  2. Iniziare la posa dei canali partendo dal punto di scarico della linea. Ogni canale è contrassegnato da una freccia che indica la direzione di flusso.
  3. Al fine di assicurare l’impermeabilità tra ciascun elemento della linea di drenaggio, è necessario applicare un sigillante tipo MAPEI (Mapeflex) o SIKA (Sikaflex) o simili.
  4. Prestare attenzione a non danneggiare i canali durante la compattazione dello strato di finitura (nel caso di ASFALTO) o durante la posa del pavimento.
  5. In presenza di componenti di forza orizzontali è necessario realizzare un giunto di dilatazione opportunamente dimensionato da posizionare parallelamente alla linea di drenaggio ad una distanza compresa tra i 30 ed i 200 cm dalla stessa.
  6. In caso di pavimentazione con autobloccanti, per evitare che gli elementi più prossimi alla linea di drenaggio si muovano (ad esempio a causa di dilatazioni termiche o in fase di sterzatura e frenatura dei veicoli) è necessario inglobare le prime tre linee di mattoni in un letto di malta cementizia. In questo modo le pareti dei canali verranno protette da eventuali forze di spinta e/o taglio.
  7. La quota finale della pavimentazione dovrà essere di 3/5 mm più alta rispetto alla quota finale del canale per non sovraccaricare il manufatto stesso di enormi sforzi e non sottoporlo a urti.
    Tutte le superfici adiacenti alla linea di drenaggio dovranno avere una pendenza verso i canali per garantire il corretto drenaggio dell’acqua.
  8. in caso di impiego in aree chimicamente aggressive (ad esempio zone dove potrebbero essere usati sali de-icing), si consiglia di pulire i canali eliminando ogni residuo e risciacquando frequentemente con acqua.
  1. Posare i canali Filcoten parkline all’interno di una sede di apposite dimensioni (più grande rispetto al massimo ingombro dei canali stessi) ricavata all’interno della struttura in calcestruzzo portante. I Filcoten parkline devono essere collocati nella posizione desiderata usando calcestruzzo leggermente inumidito e lo spazio restante dovrà essere riempito di malta cementizia fluida.
  2. Iniziare la posa dei canali partendo dal punto di scarico della linea. Ogni canale è contrassegnato da una freccia che indica la direzione di flusso.
  3. Al fine di assicurare l’impermeabilità tra ciascun elemento della linea di drenaggio, è necessario applicare un sigillante tipo MAPEI (Mapeflex) o SIKA (Sikaflex) o simili.
  4. La quota finale della pavimentazione dovrà essere di 3/5 mm più alta rispetto alla quota finale del canale per non sovraccaricare il manufatto stesso di enormi sforzi e non sottoporlo a urti. Tutte le superfici adiacenti alla linea di drenaggio dovranno avere una pendenza verso i canali per garantire il corretto drenaggio dell’acqua.
  5. In caso di impiego in aree chimicamente aggressive (ad esempio zone dove potrebbero essere usati sali de-icing), si consiglia di pulire i canali eliminando ogni residuo e risciacquando frequentemente con acqua.

Fornitura e posa in opera di canale di drenaggio prefabbricato tipo M, modello FILCOTEN parkline ________, per la raccolta delle acque piovane, realizzato in calcestruzzo composito rinforzato con fibre di vetro, avente resistenza a compressione non inferiore a 90 N/mm2, provvisto delle marcature “W”, “+R” e CE, conformemente alla norma UNI EN1433 e al CPR 305/2011/EU. Il canale dovrà avere le seguenti caratteristiche:
capacità di carico C250, sezione rettangolare a pettine ribassata, per garantire il minimo ingombro e la massima capacità, nessuna pendenza incorporata, giunto maschio-femmina sigillabile, per consentire la tenuta stagna e avrà dimensioni pari a:

  • larghezza esterna/interna _____ / _____ mm
  • altezza esterna/interna ___ /___ mm
  • lunghezza 1000mm